Il Muro Bilastra Prefabbricato e le sue varianti per molteplici utilizzi

Dal 1988 Produciamo

Muro Bilastra Prefabbricato per Muri di Sostegno e Pareti

Il Muro Bilastra Prefabbricato è la  Soluzione pratica, semplice e sicura per la costruzione di murature in cemento armato.

Di seguito, alcune immagini relative alla costruzione, al trasporto e alla posa in opera del prodotto.

NORMA EN 15258

Entrata in vigore dal 1 gennaio 2011 obbligatoria per produttori ed utilizzatori

MURI BILASTRA PREFABBRICATI per PARETI EN 14992:2007 ( 2+)
MURI BILASTRA per SOSTEGNO
MURATURE PREFABBRICATE BILASTRA COIBENTATE  EN 14992:2007 ( 2+)   EN 15258

In data 17.12.2010 la nostra azienda ha superato positivamente
la verifica ispettiva dell’ente Certificatore

IL MURO BILASTRA PREFABBRICATO PER MURI DI SOSTEGNO PRODOTTO DALLA NOSTRA AZIENDA È IN CONFORMITÀ ALLE DIRETTIVE DELLA NORMA EUROPEA
MURO BILASTRA (prefabbricato) per PARETI

CERTIFICATO C.E.

F.P.C.   N. 0474 – CPD- 110DG08/02 • Norma :  EN 14992:2007 ( 2+)


PRATICA

Il Muro Bilastra Prefabbricato Brandellero, non necessita di alcun tipo di attrezzatura o casseforme per la posa ed il getto.

SEMPLICE

Il montaggio del muro bilastra è di estrema semplicità e ben spiegato nei disegni allegati alla fornitura.

SICURA

Estremamente sicura per i lavoratori nelle fasi di eventuali sottomurazioni di fabbricati esistenti o la costruzione di muri di sostegno controterra. Composta da una doppia lastra prefabbricata posizionata in modo da costituire le due facce, una interna e l’altra esterna. Dopo la posa in opera viene effettuato un getto di completamento con calcestruzzo ordinario.

Nella fase di prefabbricazione è possibile inserire nelle lastre le armature longitudinali risultanti dai calcoli strutturali.

Lo spessore complessivo è in funzione delle esigenze statiche previste dal progettista.

La produzione del muro bilastra prefabbricato, che avviene nello stabilimento Brandellero House technology a San Vito di Leguzzano in Provincia di Vicenza, può avere la parete esterna di un’altezza maggiorata rispetto a quella interna in riferimento allo spessore del solaio per il contenimento del getto.